Tag

, , , , , , , , , , , , ,

IMG_3796.JPG

Buongiorno, ragazze!
Sono appena arrivata a casa, fortunatamente il sabato faccio solo due ore di scuola! :’)
Bene, tornando alla review…Chi non ha mai sentito parlare di BB Cream?

La BB cream è un prodotto cosmetico. Il nome sta per blemish balm, blemish base o beblesh balm (apparentemente per una questione di copyright della parola “blemish” in Corea), e nei mercati occidentali beauty balm. È un prodotto commercializzato principalmente in Asia e soprattutto in Corea, benché in anni recenti alcune aziende abbiano iniziato ad introdurre il prodotto anche sul mercato occidentale.
La BB cream viene venduta come crema per il viso in grado di fornire in un unico prodotto gli stessi benefici rappresentati da siero, crema idratante, fondotinta e crema solare.

La prima formulazione di quella che sarebbe stata successivamente chiamata BB Cream risale agli anni sessanta in Germania ad opera della dermatologa Christine Schrammek, che aveva sviluppato una crema protettiva da applicare alle pazienti che avevano subito operazioni chirurgiche.
La vera chiave di svolta per comprendere il successo delle BB cream sta nella esplosione del mercato asiatico della cosmesi skin care.
Questa dopo la liberalizzazione dell’importazione del cosmetico in Giappone e la crescita economica della Corea del sud ha imposto alla cosmesi mondiale nuovi modelli formulativi. Infatti le problematiche delle pelli asiatiche sono sostanzialmente differenti da quelle europee o USA che avevano fino allora condizionato il mercato della cosmesi. La pelle asiatica si differenzia per essere non solo più grassa, e conseguentemente con una maggiore incidenza giovanile dell’acne, ma anche con una composizione del sebo sostanzialmente differente.
Gli acidi grassi che compongono il sebo nelle aree asiatiche sono sostanzialmente più fluidi e con una più alta concentrazione di componenti anti-proliferative.
Nel 1985 il prodotto fu lanciato in Corea del Sud e Giappone, dove uno dei principali canoni di bellezza femminile è rappresentato dalla cura estrema della pelle. La BB Cream fu pubblicizzata come “il segreto delle attrici“, e fu effettivamente promosso da molte celebrità locali. Al 2012 la BB Cream rappresenta circa il tredici per cento dell’intero mercato cosmetico coreano ed alcune aziende hanno iniziato a produrre anche BB Cream per uomini.
Ma la grande innovazione che ha comportato il successo delle BB cream sui mercati asiatici è stata nell’introduzione di claim che vantavano una molteplicità di benefit. Infatti al semplice 2in1 delle creme con fondotinta ad effetto coprente, si sono aggiunti i più svariati vantaggi.

Se c’è l’ossido di zinco, che è anche un filtro solare allora possiamo dire che protegge dai raggi UV.

Se le polveri dei pigmenti sono abbastanza allora possiamo dire che è opacizzante – mattifiant.

Se la crema vanta qualche effetto anti-age possiamo dire che è anti-rughe;

Se la crema ha un qualche olio emolliente dentro si può dire che è idratante, e via di seguito .

IMG_3801.JPGPurtroppo su questa strada gli uffici marketing hanno iniziato una ridicola gara a chi vantava più molteplici effetti all’interno dello stesso prodotto. E’ vero che nel marketing non si fa molto affidamento sulla capacità critica del consumatore/consumatrice ma ragionando su una pubblicità che deve generare acquisti d’impulso è ovvio che 6 vale più di 5, che 7 vale più di 6 e via di seguito in una ridicola escalation che dopo breve ricerca mi ha fatto trovare i cosmetici 10 in 1. Esagerato!!

Garnier ci offre ben cinque tipi di BB Cream, ognuna adatta ad un tipo di pelle: BB Cream Anti-Età, BB Cream Pelli Miste o Grasse, BB Cream Natural, BB Cream Roll On ed infine la BB Cream Original che è quella che sto utilizzando al momento.

Il prodotto si presenta in questo tubetto color carne e la cremina esce da un buco in un tappetto (scelta migliore rispetto a prima, il tappetto non c’era ed il prodotto fuoriusciva in quantità!!).
Le colorazioni disponibili sono due, medio chiara e medio scura.
IMG_3805.JPG
Cosa offre questa BB Cream? Lo scatolino ci dice che è in grado di uniformare il colorito, attenuare le imperfezioni, iIlluminare, idratare 24h, protegge dagli UV – SPF 15.

Devo dire che il suo lavoro lo fa, anche bene. La utilizzo soprattutto per andare a scuola dato che non voglio un trucco troppo pesante e soprattutto che impieghi abbastanza tempo. La pelle sembra subito più sana e soprattutto è illuminata! L’effetto non è opaco ma risalta la naturale radiosità del viso e rende la pelle omogenea grazie alla bassa-media coprenza, io ho solo qualche rossore sulle guance e devo dire che se la cava davvero bene. L’idratazione si attesta davvero bene da mattina a sera, ciò la rende perfetta per l’inverno per contrastare la secchezza del viso. In estate, invece, può risultare eccessiva a causa del caldo, soprattutto se si esagera con l’applicazione de prodotto.
La texture è molto liquida e ci mette un po’ di tempo prima che si asciughi, inoltre ha un profumo che personalmente amo. La durata è buona, riesce a sostenere le sei orette di scuola con una passata di cipra.
Ovviamente, se cercate qualcosa di supercoprente questo prodotto non fa per voi, vi dovrete servire di un correttore per i brufoletti o per le occhiaie.

Inci
Nell’inci è presente un derivato della vitamina C che conferisce luminosità al viso unito a dei pigmenti minerali non coprenti per un effetto naturale. Ecco l’inci:
IMG_3802.JPG

Il prezzo è di 8/9€ circa.
Lo consiglio? Sì, moltissimo e soprattutto per chi è alle prime armi con il make up. 🙂

Swatches

 


Voi avete mai provato una BB Cream? Quali sono le vostre opinioni? Lasciate un commento e fatemi sapere. 🙂